Home / Azienda

MONTEPULCIANO

Azienda
Una perla rinascimentale, una città papale, un centro di origine etrusca. Montepulciano, Pienza, Cortona. Questo il terroir storico e culturale dell'azienda agricola Poliziano. Circondata da poggi e colline, ispirata a una tradizione enologica millenaria, la nostra produzione di eccellenza si esprime qui da 50 anni. L'azienda agricola Poliziano, nata nel 1961 da un primo nucleo di 22 ettari, negli anni è cresciuta, fino a raggiungere gli attuali 120 ettari tutti coltivati a vigneto. Il suo nome è un omaggio all'umanista e poeta Angelo Ambrogini (1454-1494), detto il "Poliziano", che a Montepulciano nacque.

Ubicazione
Il centro aziendale si trova nei pressi della frazione di Montepulciano Stazione ed i vigneti sono situati prevalentemente sul versante meridionale delle coste che da Montepulciano declinano verso est. Ai circa 30 ettari di vigneto accorpati attorno agli edifici aziendali, si aggiungono varie unità poderali, dagli otto ai trenta ettari, che formano l'intera proprietà. Le vigne sono coltivate ad un'altitudine che oscilla dai circa 280 fino ai 450 m.s.l.m., in ambienti ben vocati, dai suoli prevalentemente argillosi tufacei e con discreta presenza di pietrame. La Mappa geologica del Comune di Montepulciano individua gli appezzamenti più importanti della nostra azienda con i toponimi: Asinone, Caggiole, Valiano, Lama, Casale, Pozzi.








Le cantine dove si svolgono le delicate operazioni di vinificazione, maturazione e affinamento dei vini, sono curate nei minimi dettagli e mostrano la storia aziendale nel suo percorso cinquantennale.

CANTINA DI FERMENTAZIONE
Al termine del 1998 sono iniziati i lavori per la costruzione della nuova cantina di fermentazione, che è diventata operativa con la vendemmia 1999. L'obbiettivo enologico principale che ha guidato la progettazione di questa cantina, è stato quello di ottenere un'estrazione molto più soffice e morbida dei tannini delle nostre uve, specialmente sul Sangiovese. > Continua


CANTINA DI MATURAZIONE IN LEGNO
Inaugurata nel 2005, la cantina di maturazione in legno rappresenta un ulteriore fase di rinnovamento strutturale dell'azienda. Si tratta di una barriccaia della capacità complessiva di circa 4.000 fra barriques e tonneaux, concepita con rigorosi criteri sia progettuali (adozione di materiali assolutamente inerti e non inquinanti per il vino > Continua


BOTTIGLIERIA
Tutti gli spazi adibiti in precedenza alla maturazione dei vini in legno, vengono utilizzati come bottiglieria e affiancano i locali per l'affinamento in vetro, costruiti negli anni '90. Questo ampliamento della bottiglieria consente di osservare rigorosamente i criteri enologici che individuano nel riposo prolungato del vino in vetro, un fattore determinante per la sua qualità: tutte le tipologie dei vini a marchio Poliziano, pertanto, vengono imbottigliati in un unico periodo ed entrano in commercio solo dopo 6 mesi.

ARCHIVIO STORICO DELLE BOTTIGLIE
Il tunnel che collega la cantina di vinificazione alla barriccaia, come nella migliore tradizione bordolese, rappresenta la storia enologica del'azienda Poliziano. Tutte le annate dei vini più importanti prodotti come "Asinone" e "Le Stanze", sono conservati in casse di legno con impresso all'esterno il millesimo della vendemmia. Oltre alle bottiglie da 0,75 lt., vengono conservati anche i formati particolari: magnum e doppio-magnum.

Vigneti vecchi
Impiantati dal 1962 al 1980, coprono un'estensione di circa 50 ettari. Si tratta di classiche controspalliere toscane con sesto d'impianto di 2.50 x 1.20 mt. per una densità di 3300 piante ad ettaro. La potatura è a Guyot. Questi vigneti - coltivati prevalentemente a Prugnolo Gentile - costituiscono il patrimonio storico-ampelografico de Il Poliziano, provenendo da materiale autoctono prelevato da vigneti risalenti agli anni '40 e rappresentano l'impegno nella valorizzazione e nella custodia dei vitigni di antica coltivazione da parte di un'azienda fortemente legata al suo territorio.

Vigneti giovani
Impiantati fra il 1985 e il 1995, si estendono su circa 25 ettari. Il sistema di allevamento è a controspalliera con sesto d'impianto di 2.50 x 0.80 mt. per una densità di 5000 piante ad ettaro. La potatura è a cordone speronato, l'altezza dal suolo del primo filo è a 70 cm con spalliera di circa 170 cm. Questi vigneti rappresentano un primo risultato dei nostri sforzi incessanti per la ricerca di un miglioramento qualitativo sempre più elevato e testimoniano la volontà di introdurre un nuovo concetto di viticoltura nel territorio di Montepulciano. Tale obbiettivo è anche alla base della scelta delle varietà impiantate: oltre a nuovi cloni di Sangiovese e ad una nuova selezione massale di Prugnolo Gentile, iniziata nel 1983, vengono testati il Merlot ed il Cabernet Sauvignon.

nuovi vigneti
Sono la massima espressione della nostra ricerca della qualità e coprono in totale circa 35 ettari. Il sesto d'impianto è di 2.00 x 0.78 mt. con una densità di 6250 piante ad ettaro. Per evitare ombreggiamenti, la controspalliera è stata abbassata a 50 cm. d'altezza dal suolo per il primo filo e 140 cm. per l'ultimo. I portinnesti sono molto deboli e la potatura è a cordone speronato, per permettere di ridurre le dimensioni del grappolo e la vigoria della pianta. Con questi vigneti, attraverso una drastica riduzione della produzione a ceppo, ci poniamo l'obbiettivo di ottenere uve più mature, più ricche di polifenoli e quindi con colori e sapori più intensi.

ASINONE

link

L'anno di prima uscita del Nobile di Montepulciano "Vigna Asinone Riserva" è il 1983, dopo che le uve della vigna dell'Asinone erano state imbottigliate per la prima volta...

I VINI

link

I nostri vini richiamano la tradizione storica del territorio ma sono capaci di parlare al mondo. La loro è una lunga storia: nati negli anni '80, conservano le etichette originali...

EXPERIENCE

link

Una perla rinascimentale, una città papale, un centro di origine etrusca. Montepulciano, Pienza, Cortona. Questo il terroir storico e culturale dei nostri vini.